Confronto tra diverse tipologie di lettiera per l’allevamento del cavallo sportivo

0
238
lettiera cavallo sportivo

Il cavallo sportivo passa grande parte del tempo nel box in contatto costante con la lettiera.

Il materiale da lettiera può incidere quindi profondamente sul benessere e sullo stato sanitario del cavallo.

I diversi materiali, che possono essere utilizzati come lettiera, devono garantire il conseguimento di più obiettivi:

  • la creazione di una superficie comoda e morbida, sulla quale l’animale possa stazionare e riposare;
  • la realizzazione di appropriate condizioni igienico-sanitarie;
  • il materiale utilizzato non deve essere appetibile dal cavallo;
  • la lettiera deve mantenere un giusto livello di umidità, in modo che lo zoccolo si conservi sano, elastico ed idratato;
  • aspetti connessi ai costi gestionali.

Caratteristiche lettiera cavallo sportivo

Nell’allevamento del cavallo sportivo stabulato in box l’uso della lettiera ha sempre avuto un ruolo fondamentale sul benessere fisico dell’animale.

Il piede del cavallo, maggiormente se ferrato, può presentare gravi problemi se la lettiera non è idonea.

Ecco quindi cosa rende migliore una lettiera da un’altra. La risposta è costituita da un insieme di fattori che si riflettono da una parte sul benessere del cavallo e dall’altra su aspetti pratici ed economici delle attività dell’uomo.

La lettiera per cavallo sportivo deve avere le seguenti caratteristiche:

Per il cavallo:

  • non essere umida per evitare infezioni al piede;
  • non essere commestibile;
  • essere priva di sostanze dannose (chimiche e batteriologiche);
  • non essere polverosa;
  • garantire confort fisico;
  • ridurre le emissioni gassose;

Per l’uomo:

  • ridurre i tempi di gestione quotidiana;
  • avere un prezzo contenuto;
  • Facilmente smaltibile;
  • essere di facile trasporto e stoccaggio;
  • essere facilmente reperibile.

La stabulazione del cavallo sportivo avviene in box (generalmente3x3 o 3,5×3,5m), disposti su due file con corsia centrale,o groppa-groppa con corridoi laterali e tettoia.

Il cavallo viene tenuto per gran parte del suo tempo in box per farlo poi uscire durante gli allenamenti e/o il pascolamento in paddock per almeno 2-3 ore al giorno.

Diventa quindi indispensabile per la salute di un cavallo sportivo che la lettiera, sulla quale l’animale trascorre la maggior parte della giornata, sia mantenuta pulita e nelle migliori condizioni igienico-sanitarie.

Per far ciò esistono almeno due differenti modalità di gestione del box,che generalmente dipendono dal tipo di lettiera adoperato:

  • con arieggiamento giornaliero di tutta la lettiera,anche di quella di fondo e allontanamento continuo di urine e deiezioni solide;
  • con permanenza di uno strato di fondo della lettiera(mista urine)e asporto giornaliero delle sole deiezioni solide superficiali.

Parametri ambientali

Tra i fattori ambientali che maggiormente influenzano lo stato fisico del cavallo,e sui quali si è incentrata la ricerca, sono da annoverare i gas nocivi e l’umidità sia dell’aria sia della lettiera.

  • Gas nocivi: la qualità dell’aria è da considerare condizione ambientale fondamentale non solo per l’uomo, ma anche per gli animali allevati. E’ noto che, all’interno dei ricoveri, si verifica un consistente accumulo di gas, alcuni pesanti e altri leggeri, dannosi sia per l’uomo sia per gli animali.
  • Umidità dell’aria e della lettiera: alte concentrazioni di umidità dell’aria,oltre a favorire l’insorgenza di batteri, parassiti e muffe, determinano problemi respiratori al cavallo e all’uomo che deve operare all’interno del box. Diversamente bassi livelli di umidità, combinati con elevate concentrazioni di polveri, provocano stimoli di tosse e allergie. Valori ottimali di umidità relativa si hanno tra il 50% e il 75%.

Confronto materiali lettiera

Lolla di riso

La lolla o pula di riso è il cascame derivante dalla “sbramatura” del riso grezzo dopo la trebbiatura

La percentuale della lolla sul risone cambia a seconda della varietà ed è compresa tra il 17 e il 23%.

La lolla si presenta di colore marrone -beige, di consistenza dura, molto più resistente di quella di grano. È leggera e voluminosa, con densità tra i 132 e i 140 kg/m³, ed è praticamente imputrescibile e inattaccabile dagli insetti.

Il contenuto in nutrienti è scarso (3,3% di proteine e 1,1% di grassi) mentre la cellulosa rappresenta il 45% della massa.

Contiene silice, poco assorbente, spesso polverosa. È poco costosa nelle zone a vocazione risicola, non essendo facile da smaltire.

Lettiera di truciolo di legno vergine

Fino a poco tempo fa è stata la lettiera più usata nei maneggi; ha costo medio alto, è di facile stoccaggio e lavorazione, genera un materiale acido poco gradito dagli agricoltori.

Infine è quella che mantiene il livello di umidità più basso.