Come gestire correttamente una lettiera per allevamenti bovini

0
518
lettiera bovine

Come gestire correttamente una lettiera per allevamenti bovini

Negli allevamenti bovini, sono utilizzati come lettiera svariati materiali e sono stati portati a termine numerosi studi con l’obiettivo di determinare i benefici e i limiti di ciascuno di essi.

I materiali utilizzati come lettiera sono tradizionalmente divisi in organici e inorganici.

Le lettiere per allevamenti bovini costituite da materiale organico includono: trucioli di legno, segatura, paglia e letame.

Le lettiere costituite da materiale inorganico, invece, comprendono sabbia, calce e cemento.

Sempre più allevatori pensano che le lettiere per allevamenti bovini di materiale organico favoriscano lo sviluppo dei batteri poiché contengono sostanze utili per la loro crescita.

Tuttavia è importante precisare che qualsiasi materiale di lettiera, se sporco e non gestito correttamente, è in grado di favorire la crescita microbica.

Spesso ci si chiede quale sia il materiale di lettiera in grado di migliorare maggiormente la qualità del latte prodotto dalle bovine senza tener conto del fatto che, nella maggior parte dei casi, la qualità del latte non è influenzata direttamente dal tipo di materiale utilizzato.

Infatti, non è la lettiera in sé che favorisce una maggiore qualità del latte, ma la sua corretta gestione.

La gestione corretta della lettiera per allevamenti bovini, tramite un’appropriata frequenza di pulizia e sostituzione, contribuirà a creare un ambiente pulito, asciutto e comodo, massimizzando la produzione di latte e la sua qualità.

La qualità del latte, tuttavia, non dovrebbe essere l’unico parametro utilizzato per la scelta della lettiera.

Ci sono, infatti, altri fattori importanti da prendere in considerazione quando si deve scegliere il materiale da utilizzare come lettiera per allevamenti bovini: il prezzo, la disponibilità, la possibilità che occorrano lesioni al garretto, il livello di comfort per gli animali, la produzione di latte e tanti altri.

I trucioli di legno sono considerati ideali da utilizzare come lettiera per bovini, tuttavia essa presenta alcune problematiche legate al suo smaltimento e alla sua corrosività che può determinare danni precoci ai sistemi utilizzati per la sua movimentazione e rimozione.

I trucioli e la segatura sono spesso facilmente reperibili, tuttavia non è sempre facile ottenere un prodotto con buone caratteristiche ad un prezzo conveniente.

Gli allevatori, per avere buoni risultati, devono fare in modo che il materiale che costituisce la lettiera sia costantemente rinnovato a ogni mungitura e avvenga una costante rimozione del letame e delle urine che si accumulano su di esso.

LETTIERA PER ALLEVAMENTI BOVINI

Inoltre, la sostituzione completa della lettiera deve avvenire con un’adeguata frequenza e, se necessario, alla lettiera devono essere aggiunti degli additivi ad azione antibatterica.

Un sistema utilizzato con successo consiste nell’impiegare i prodotti di scarto ottenuti durante la produzione di biogas, senza dover quindi acquistare all’esterno il materiale organico utilizzato come lettiera.

In questo modo si riduce il rischio di introdurre, in allevamento, nuovi patogeni in grado di incrementare i casi di mastite.

Anche per il letame riciclato,  è fondamentale evitare l’accumulo di deiezioni e fare in modo che la lettiera dei bovini sia sempre asciutta.

Per combattere la crescita batterica è possibile aggiungere alla lettiera per allevamenti bovini, due volte a settimana, carbonato di calcio o altre sostanze in grado di assorbire l’umidità e modificare il pH della lettiera riducendo la crescita batterica.

Nelle lettiere per allevamenti bovini composte da materassini ricoperti di segatura o trucioli di legno, è importante applicare una corretta routine durante la pulizia quotidiana:

  1. Durante ogni mungitura, quando le cuccette non sono occupate delle bovine, è importante pulire meticolosamente la superficie dei materassini rimuovendo feci e urine utilizzando appositi raschiatori di plastica. Dopodiché è importante ricoprire la superficie dei materassi con un’adeguata quantità di segatura o trucioli puliti.
  2. Ricorda di non ricoprire i materassi con uno strato di segatura o trucioli troppo spesso, questo per non ridurre il confort delle cuccette e non favorire l’insorgenza di lesioni al garretto.
  3. Quando si progettano le cuccette, bisogna tener conto delle dimensioni degli animali che costituiscono la mandria, questo per fare in modo che non vi siano cuccette troppo lunghe o troppo corte. Se ciò avviene, il confort delle cuccette sarà basso e sarà più probabile che gli animali non le utilizzino. Inoltre, cuccette troppo lunghe tendono a sporcarsi maggiormente rispetto a cuccette di lunghezza corretta.

In conclusione possiamo affermare che la gestione della lettiera sia molto importante per garantire un livello adeguato d’igiene e ridurre di conseguenza la possibilità che si diffondano nell’ambiente patogeni in grado di causare mastite e ridurre la qualità del latte prodotto dai bovini.